.
Annunci online

nadiasummer
SE UN FORTE DESIDERIO DI ONESTA' , DI UGUAGLIANZA E DI GIUSTIZIA NON SI IMPOSSESSERA' DI VOI , FAREMO UNA SQUALLIDA E MISERA FINE.................


Diario


11 marzo 2009

Adesso siamo tutti piu tranquilli ..





"ABBIAMO PAURA DELLA PAURA ?"




NO CARO "AMICO"





ABBIAMO PAURA ..






DELLA " FAME " !











permalink | inviato da Nadia. il 11/3/2009 alle 9:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


10 febbraio 2009

a scuola non guarderanno nessun film oggi !!
















permalink | inviato da Nadia. il 10/2/2009 alle 8:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


10 febbraio 2009

la memoria...

 
/02/2009 Cancellate il nome di mio nonno da Yad Vashem  
holocaust.jpgFonte: Le Monde del 28.01.09 Traduzione a cura dell'Associazione di Solidarietà Proletaria - ASP 

Scritto da Jean-Moïse Braitberg  

Vi chiedo di acconsentire alla mia richiesta, signor presidente, perché quanto è successo a Gaza, e più in generale, la sorte toccata al popolo arabo della Palestina da sessanta anni in qua, ha screditato ai miei occhi Israele come centro della memoria del male fatto agli ebrei, e dunque all'umanità intera. 

Vedete, fin dalla mia infanzia, io ho vissuto circondato da sopravissuti ai campi della morte. Ho visto i numeri tatuati sulle loro braccia, ho ascoltato il racconto delle torture, ho conosciuto i lutti indicibili e ho condiviso i loro incubi.

Bisognava, così mi hanno insegnato, che questi crimini non si ripetessero mai più; perché mai più doveva accadere che uomini, forti della loro appartenenza ad una etnia o ad una religione avessero in disprezzo altri uomini, e si facessero beffe dei loro diritti più elementari come quello di vivere una vita dignitosa in sicurezza, libertà, e con la luce, sia pur lontana di un futuro di serenità e di prosperità.

Ma, signor presidente, io devo constatare che nonostante le decine di risoluzioni prese dalla Comunità internazionale, malgrado la palese evidenza dell'ingiustizia perpetrata nei confronti del popolo palestinese dal 1948, nonostante le speranze sorte a Oslo e nonostante il riconoscimento del diritto degli ebrei israeliani a vivere in pace e in sicurezza, sovente ribaditi dall'Autorità palestinese, le sole risposte date dai governi successivi del vostro paese sono state la violenza, il sangue versato, la reclusione, i controlli incessanti, la colonizzazione e i saccheggi.

Mi direte, signor presidente, che è legittimo, per il vostro paese, difendersi da chi lancia razzi su Israele, o contro i kamikaze che uccidono molti israeliani innocenti. A ciò risponderò dicendo che il mio sentimento di umanità non varia a seconda della cittadinanza delle vittime.

Invece, signor presidente, voi dirigete le sorti di un paese che pretende, non soltanto di rappresentare gli ebrei nel loro complesso, ma anche la memoria di quelli che furono le vittime del nazismo.Questo mi riguarda ed è per me insopportabile. Conservando nel Memorial di Yad Vashem, nel cuore dello Stato ebreo, il nome dei miei congiunti, il vostro Stato tiene prigioniera la mia memoria familiare dietro il filo spinato del sionismo per farne l'ostaggio di una cosiddetta autorità morale che commette ogni giorno quel crimine abominevole che è la negazione della giustizia.

Quindi, per favore, cancellate il nome di mio nonno del santuario dedicato alla crudeltà fatta agli ebrei perché essa non giustifichi più quella fatta ai palestinesi.

Con i miei rispettosi saluti Jean-Moïse Braitberg (scrittore) 



http://www.associazionezaatar.org/index.php?option=com
_content&task=view&id=503&Itemid=1




permalink | inviato da Nadia. il 10/2/2009 alle 8:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 febbraio 2009

NON HO VERAMENTE PIU'....

 


UN CAZZO DA DIRE !!!!



POSSIBILE
?










permalink | inviato da Nadia. il 9/2/2009 alle 20:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


31 gennaio 2009

ciao MIKE ............




ciao Mike ....

ricordero' per sempre la tua dolce musica e la tua semplicita'che ha

accompagnato la mia gioventu'...!!

le tue canzoni ascoltate ora sono ancora stupende!


grazie ....ti ricordero' sempre..







permalink | inviato da Nadia. il 31/1/2009 alle 9:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


29 gennaio 2009

abbiamo bisogno di uomini che nn hanno paura !

 http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/politica/giustizia-8/manifestazione-di-pietro/manifestazione-di-pietro.html






banderuola di leccaculi presidenziali..








permalink | inviato da Nadia. il 29/1/2009 alle 15:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


27 gennaio 2009

Ricordate.

 




MA CERCATE  DI NON


DIMENTICARVI DI NULLA !




permalink | inviato da Nadia. il 27/1/2009 alle 8:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


19 gennaio 2009

DOMANI ...finalmente ..SARA' UN NUOVO GIORNO .


 



ADDIO.. DEMONE..MALEFICO

AVIDO DI POTERE E DI SANGUE.



SUONINO LE TROMBE..!!!

http://www.sockandawe.com/


cliccate qua e buon divertimentoooooooooooo...ah ah ah

terapeutico..






permalink | inviato da Nadia. il 19/1/2009 alle 17:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


13 gennaio 2009

come diceva quel film con Arnold Schwarzenegger ?.

 ( Una promessa e' una promessa..! )





Dobbiamo usare il terrore, l’assassinio,
l’intimidazione, la confisca delle loro terre,
 per ripulire la Galilea dalla sua popolazione araba”.
E ancora: “C’è bisogno di una reazione brutale.
Se accusiamo una famiglia, dobbiamo straziarli senza pietà,
donne e bambini inclusi.
Durante l’operazione non c’è bisogno
di distinguere fra colpevoli e innocenti
”.

 Ben Gurion, il padre di Israele

cercavo di capire..
ho trovato questo..

che dire?.....





permalink | inviato da Nadia. il 13/1/2009 alle 9:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


9 gennaio 2009

prendi nota.




Carta d'identità


prendi nota

sono arabo

carta d'identità n° 50.000

bambini otto

un altro nascerà l'estate prossima.

ti secca?
prendi nota

sono arabo

taglio pietre alla cava

spacco pietre per i miei figli

per il pane i vestiti i libri

solo per loro

non verrò mai a mendicare alla tua porta.

ti secca?
prendi nota

sono arabo

mi chiamo arabo

non ho altro nome

sto fermo dove ogni altra cosa trema di rabbia

ho messo radici qui

prima ancora degli ulivi e dei cedri

discendo da quelli che spingevano l'aratro

mio padre era un povero contadino

senza terra e senza titoli

la mia casa una capanna di sterco

ti fa invidia?
prendi nota

sono arabo

capelli neri

occhi scuri

segni particolari

fame atavica

il mio cibo olio e origano

quando c'è

ma ho imparato a cucinarmi

anche i serpenti del deserto

il mio indirizzo

un villaggio non segnato sulla mappa

con strade senza nome senza luce

ma gli uomini della cava amano il comunismo
prendi nota

sono arabo

ti da fastidio?

hai rubato le mie vignee

la terra che avevo da dissodare

non hai lasciato nulla per i miei figli

soltanto sassi

e ho sentito

che il tuo governo esproprierà anche i sassi
ebbene allora prendi nota

che prima di tutto non odio nessuno

e neppure rubo

ma quando mi affamano

mangio la carne del mio oppressore

attento alla mia fame

attento alla mia rabbia


mahmoud darwish




permalink | inviato da Nadia. il 9/1/2009 alle 17:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


24 dicembre 2008

DI BUONO VI AUGURO QUESTO.!




NON FACCIO GLI AUGURI A NESSUNO,
 
PERCHE' CREDO CHE IN UN MOMENTO

COME QUELLO CHE STIAMO ATTRAVERSANDO

VI POSSA SOLO AUSPICARE E AUGURARE

DI SOPRAVVIVERE A QUESTO PERIODO ,

CHE NULLA CREDO PORTERA' DI BUONO ,

SE NON ULTERIORI SACRIFICI A CHI GIA' COMBATTEVA

PER AVERE UNA VITA CON UN BRICCIOLO DI DIGNITA' E CHE FORSE

ORA VERRA' A MANCARE ANCHE QUELLA..

A TUTTI GLI ALTRI CHE IN QUESTO MOMENTO SPERPERANO

IN NOME DI UNA FESTA CHE DOVREBBE ESSERE ALL' INSEGNA DELLA

GENEROSITA' E SOLIDARIETA'......

DICO UN SINCERO ...FAN CULO.!!!



BUONA VITA..( LO SPERO PER NOI ).







permalink | inviato da Nadia. il 24/12/2008 alle 11:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


26 novembre 2008

17 Anni .

Ciao  Vito ..





sei nel nostro cuore.


Un altra VITA SPEZZATA




per colpa di questo schifoso



MONDO.!


Siamo tutti colpevoli




con il nostro SILENZIO.



E' C'E UN ALTRA



MAMMA CHE PIANGE !








permalink | inviato da Nadia. il 26/11/2008 alle 17:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


10 novembre 2008

SE PER CASO STASERA AVEVATE VOGLIA DI SORRIDERE.!

 

FOCUS.IT
Chernobyl: Sasha
    1  -  2  -  3  -  4  -  5  -  6  -  7  -  8  -  9  -  10  -  11  -  12  -  13  -  14  -  15  -  16  -  17  -  18    >
Chernobyl: Sasha
Scarica
Album di cartoline dalle "terre sporche", le più sporche che ci siano sulla faccia della Terra, in rigoroso ordine alfabetico per non fare torto a nessuno. Piccole perle nere raccomandate dall'associazione ambientalista americana Blacksmith Institute, che periodicamente pubblica la classifica dei luoghi più inquinati della Terra e uno studio sulle cause del disastro, sugli interventi necessari e sui risultati di eventuali operazioni di bonifica ambientale in atto. (A cura di Raymond Zreick, 15 ottobre 2008)

Caso vuole che sia "chernobyl" ad aprire la serie, scritto apposta in minuscolo perché non è più il nome di una città (fantasma) da qualche parte dell'Ucraina o dell'ex Unione Sovietica, ma una parola che sta per "catastrofe nucleare" e "informazione manipolata" (da tutti, per nascondere la verità) e, ancora, "sospetto" che per molti e molti mesi dopo il 26 aprile 1986 tutti avevano davanti alle confezioni di latte e di uova sugli scaffali dei supermercati. Questo per l'Europa e per il mondo. Per l'Italia vuol dire anche "fine del programma nucleare" a partire dal 1987, anno del referendum popolare che ha portato alla chiusura di tutte le centrali nucleari nel nostro Paese. 

Sasha è il nome di questo bambino, uno degli ospiti dell'orfanotrofio Vesnova. Più di cinque milioni di bambini vivono ancora nelle zone contaminate dall'invisibile veleno nucleare di Chernobyl, tra Bielorussia, Russia e Ucraina. Molti di loro stanno pagando un prezzo altissimo sulla propria pelle, e molti sono costretti a farlo in totale solitudine.

Fonte: Blacksmith Institute.
Foto: © Julien Behal/Chernobyl Children's Project.

Per saperne di più leggi lo Speciale di Focus.it "I 10 luoghi più inquinati della Terra".




permalink | inviato da Nadia. il 10/11/2008 alle 20:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


9 ottobre 2008

TrAnQuiLLi ....DoRmiTe ...SERENI!

 


il paese delle SICUREZZE!






permalink | inviato da Nadia. il 9/10/2008 alle 15:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


8 ottobre 2008

copia incolla ( a voi i pensieri ).

 



Crisi economica, frasi da incubo dei leader dell’apocalisse

Ottobre 8, 2008

Un’apocalisse, un collasso, una crisi paragonabile (se non peggiore) a quella del 1929. Nelle ultime due settimane, i commenti di politici, economisti ed esperti di Borsa sul terremoto che ha colpito le banche e i listini mondiali, si sono sprecati. Tutti, dal presidente americano George W. Bush ai banchieri centrali europei (Jean-Claude Trichet) e statunitensi (Ben Bernanke) hanno sottolineato come l’attuale crisi possa minare le certezze e gli agi che hanno caratterizzato la vita della popolazione media negli ultimi decenni.

Certo, non mancano gli inguaribili ottimisti. Il premier Silvio Berlusconi ha garantito che gli italiani «non perderanno un euro», chiedendo anzi ai risparmiatori di non lasciarsi travolgere dal panico e di non vedere i titoli di Borsa, nonostante i recenti ribassi.

E tuttavia le immagini evocate per descrivere questa crisi, in alcuni casi, hanno anche sfiorato l’apocalittico. È il caso dell’avvocato Guido Rossi, che ha addirittura evocato la mitica figura dell’Araba Fenice, colei che risorge dalle proprie ceneri ogni 500 anni. Oppure del Papa, che ha sottolineato come «i soldi non sono niente e solo la parola di Dio è solida».

Alessandro Profumo, amministratore delegato UniCredit: “Stiamo assistendo a una crisi che non ha precedenti, se non forse il crac del 1929. È difficile prevedere l’andamento dei mercati”.

François Fillon, premier francese: “Non escludiamo alcuna opzione per assicurare che nessuna istituzione bancaria dichiari bancarotta. Siamo sull’orlo dell’abisso”.

George W. Bush, presidente degli Stati Uniti: “Se il Congresso non agisce subito ci saranno milioni di americani nei guai, e per parecchi anni”.

Papa Benedetto XVI, pontefice della Santa Sede: “Vediamo adesso nel crollo delle grandi banche che i soldi scompaiono e sono niente. Solo la parola di Dio è una realtà solida.”

Giulio Tremonti, ministro dell’Economia: “La crisi finanziaria dei mercati internazionali? I rischi per l’Italia restano contenuti. Inoltre le nostre banche hanno una liquidità adeguata”.

Guido Rossi, avvocato ed economista: “Ogni 500 anni l’Araba Fenice brucia e rinasce dalle proprie ceneri. Siamo in questa situazione”.






permalink | inviato da Nadia. il 8/10/2008 alle 11:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


22 settembre 2008

QUANDO SI DICE " ESSERE REALISTI "!

 


"Sono presidente del Consiglio di

un Paese molto solido,

con alto livello di vita e di benessere.

 
Possediamo
il 72% del catalogo

delle opere d'arte e di cultura d'Europa,

 il 50% di quelle mondiali,

 
abbiamo 100.000 tra chiese e case storiche,

 
Siamo il Paese che ha la squadra 

campione del mondo di calcio.


"Siamo il Paese del sorriso e della gioia di vivere"

 (Silvio Berlusconi, Ansa 10 settembre 2008).




  
 

CAZZO VOLETE DI PIU' ?










permalink | inviato da Nadia. il 22/9/2008 alle 20:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


16 settembre 2008

io nascondo la testa ..per non vedere piu' nulla!

 Berlusconi:

"C'è la sinistra dietro l'irragionevolezza"
Il premier Silvio Berlusconi ha detto: "Il destino di Alitalia è messo in forse dal comportamento irragionevole di alcune categorie di dipendenti e in questo noi vediamo la forte influenza della sinistra che pur di dare smacco al governo non esita a considerare poco importante il disastro .

ma come ???

non era lui che diceva di avere le possibilita' di far resuscitare alitalia?

ma come ???'

non era lui che avrebbe risollevato la compagnia di bandiera RISPETTANDO I

DIPENDENTI con l ' aiuto dei suoi cari amici imprenditori ?

ma come ???

non era sempre lui che assolutamente non era daccordo sulla proposta di airfrance

che si sarebbe fatta anche carico
dei debiti della compagnia?..e pronta a trattare ?

forse ho poca dimestichezza con questi argomenti visto che per tutta l' estate finalmente sono

riuscita a snobbarli ,ma credevo di aver capito che il nostro amico e qualche imprenditore

avrebbero sistemato tutto; con qualche difficolta' ma l' avrebbero fatto...
o sbaglio ?
da luglio era pronto il tutto per trattare , ma solo da qualche settimana con pochi giorni di margine ( sara' una tattica ?) si e' aperta la trattativa rilevando cosi' tutte le problematiche irrisolvibili.
ora traendo frettolosamente le somme ( non ho nemmeno voglia di spremermi le meningi ) mi pare di capire che alitalia ha una corona di fiori e uno stendardo viola .ed e' pronta per la funzione religiosa d' addio.
Il peso di questo fallimento italiano come sempre ricadra' sulle nostre spalle e sicuramente SARA' COLPA DI QUALCUN ALTRO ......come siamo abituati a sentire ....

mi chiedete perche' non posto piu' ?????

MA VOI  AVETE ANCORA QUALCOSA DA DIRE ???????

IO NO.!!!!



                                 







permalink | inviato da Nadia. il 16/9/2008 alle 9:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


22 luglio 2008

godete ITALIANI... questo E' il CAMBIAMENTO !!!!!!!




 




di Antonio Sciotto

Una gragnuola di leggi costruite per rendere ancora più precario il lavoro. Sarà più facile imporre le dimissioni alle lavoratrici in gravidanza, si riducono le pause, si potrà licenziare in cambio di un indennizzo. E, chicca delle chicche, si potranno avere apprendisti anche solo per un mese. Sono solo alcuni dei «capolavori» messi in cantiere dal ministro del Welfare Maurizio Sacconi e dalla maggioranza di governo, che nel tourbillon di emendamenti alla manovra finanziaria in pochi giorni sta disfacendo diritti acquisiti in tanti anni. E poi alcuni li ritesse, come una tela di Penelope. E’ di ieri infatti la notizia di una marcia indietro su due fronti, dopo le proteste di Pd e Cgil: l’obbligo di registrare il lavoratore il giorno precedente l’inizio d’attività, prima soppresso e oggi restaurato; il ridimensionamento del «voucher», o ticket a ore, limitato a studenti e pensionati e alle micro-imprese familiari. Ecco un piccolo vademecum delle contro-riforme sacconiane, contenute quasi tutte nel decreto 112 che compone la manovra. Le abbiamo ricostruite grazie alla guida di Claudio Treves, coordinatore del Dipartimento Politiche attive del lavoro Cgil nazionale.

I contratti a termine

Sui contratti a tempo determinato abbiamo due interventi diversi. Il primo, rappresenta un attacco simbolico all’articolo 18: si dispone infatti che nel caso in cui un’azienda abbia violato le causali per l’accensione di un contratto a termine, non scatti più l’assunzione a tempo indeterminato, ma l’imprenditore può chiudere la faccenda risarcendo il lavoratore con una somma che va da 2,5 a 6 mensilità di salario. Dall’altro lato, si interviene sul Protocollo welfare dello scorso anno in merito ai 36 mesi e all’obbligo di assunzione dopo un’unica proroga: la riforma prevede che possano derogare non solo i contratti nazionali, ma anche quelli territoriali o aziendali, senza però definire una scala gerarchica tra di essi. «Così si scardina - commenta Treves - un punto centrale del testo Cgil, Cisl e Uil sui contratti, dove si dice che gli ambiti del secondo livello devono essere stabiliti nel contratto nazionale».

Orari, pause e lavoro notturno

Oggi il riposo settimanale deve essere minimo di 35 ore consecutive; il governo introduce una norma che prevede il calcolo delle 35 ore su uno spazio più ampio, ovvero 14 giorni. «Si potrebbe configurare la lesione di un principio costituzionale - spiega il rappresentante Cgil - dato che la Carta parla di "diritto al riposo settimanale"». Dall’altro lato, si stabilisce per legge che le norme su riposi, pause, lavoro notturno e introduzione al lavoro notturno possano essere «derogabili a livello di contratto nazionale o, in assenza di specifiche disposizioni, anche a livello territoriale e aziendale». E dire che oggi, la gestione del lavoro notturno, con i presidi sanitari necessari, le esenzioni e altre possibili tutele, viene trattata con Rsu e Rsa: in futuro potranno essere scavalcate.

Le dimissioni volontarie

Viene abrogata la legge 188 del 2007, quella che rendeva valide le dimissioni solo se fatte su un modulo del ministero del Lavoro, con impresso un codice alfanumerico a progressione cronologica. Si poteva evitare così che il datore di lavoro imponesse la firma delle dimissioni in bianco, per utilizzarle poi a suo comodo quando una lavoratrice è in gravidanza, o quando il dipendente si infortuna o ammala per lunghi periodi. La tutela viene cancellata senza introdurre altri mezzi di contrasto. Sacconi ha spiegato che si semplificano così pratiche burocratiche farraginose.

Il job on call (lavoro a chiamata)

Vengono «resuscitate» le norme cancellate dal governo Prodi, relative al lavoro a chiamata. Già contenuto nella legge 30, il job on call non era mai realmente decollato. Il lavoratore può essere assunto offrendo la propria reperibilità ed essere chiamato alla bisogna: quando non lavora avrà un’indennità pari al 30% del salario. Se non offre la reperibilità, è pagato solo quando lavora.

La registrazione il giorno prima

Un emendamento aveva cambiato la legge introdotta l’anno scorso, che prevedeva l’obbligo per il datore di lavoro di registrare il lavoratore il giorno prima dell’inizio dell’attività, norma utile a contrastare il sommerso e l’abitudine di registrare i lavoratori solo quando si infortunano (o, peggio, muoiono): la modifica introdotta imponeva la registrazione entro 5 giorni dopo l’inizio dell’attività. Ma ieri il ministro ha fatto marcia indietro, e ha ripristinato la regola del giorno prima. La Cgil e l’ex ministro del Lavoro Cesare Damiano notano che «la mobilitazione paga», ma che «comunque bisogna vigilare».

Il voucher o «ticket lavoro»

Il voucher è un buono che può essere emesso da Inps, agenzie interinali e dagli enti bilaterali aziende-sindacati. Serve a retribuire con una «paga globale»: dovrebbe essere di circa 10 euro, comprendenti oltre al netto tutti i contributi. Il governo lo voleva dedicare ai lavoratori stagionali dell’agricoltura, delle imprese familiari di turismo, commercio e servizi, e ai giovani under 25 che svolgessero lavori durante le vacanze. Il rischio è che inglobando tutto, il voucher cancella il contratto nazionale, ferie, malattia, sussidi di disoccupazione, etc. Un emendamento (ancora non chiaro nella sua formulazione) ha ristretto la platea: il voucher sarebbe così limitato a studenti e pensionati e alle micro-aziende. I sindacati Flai, Fai e Uila si dicono «parzialmente soddisfatti», ma evidenziano che «anche così c’è il rischio di lavoro nero ed elusione contributiva». Ancora, la Cgil, con Treves, si dice «contraria all’emissione dei voucher da parte degli enti bilaterali». A questo punto si prefigurano persino enti bilaterali separati, se Cisl e Uil saranno d’accordo nell’emetterli.

Appalti e indici di congruità

Si abrogano le disposizioni attuative sulla responsabilità in solido delle amministrazioni pubbliche rispetto alle aziende di appalto: sarà più difficile per il lavoratore individuare con chi rivalersi in caso di fallimento o «sparizione» della piccola impresa d’appalto. Abrogati anche gli «indici di congruità», quelle tabelle che stabilivano il numero di lavoratori minimo per una produzione o un servizio erogato, segnalando così possibili casi di sommerso.

L’apprendistato rapido

Il Protocollo Welfare aveva disposto una delega al governo per riformare l’apprendistato, «in intesa con Regioni e parti sociali». Il governo sta violando la delega, perché ha disposto la riforma da solo. Intanto non si prevede più un periodo minimo: potremo avere anche apprendisti per un solo mese. Poi si individua l’impresa come «luogo formativo per eccellenza», sottraendo la formazione alle Regioni. La stessa certificazione, non sarà più emessa dalle Regioni, ma dagli enti bilaterali.

Libro Unico e ispezioni

Viene istituito un unico libro che contiene tutti i dati relativi al lavoratore, come le ore di straordinario. Sarà molto più difficile per il lavoratore accedere a quanto lo riguarda: la busta paga potrà essere sostituita da una «copia della scritturazione sul Libro Unico», senza le voci dettagliate per calcolare subito eventuali ammanchi. Il Libro può essere aggiornato entro il sedicesimo giorno del mese successivo, e tenuto presso lo studio del proprio commercialista. Anche un ispettore del lavoro, così, potrà fare più fatica a reperirlo e non lo avrà immediatamente. Si prevede poi che potrà evitare le sanzioni sul lavoro nero un’impresa che, all’atto della visita ispettiva, non mostri la volontà di occultare chi è irregolare. Insomma, una «sanatoria preventiva».

su Il Manifesto del 19/07/2008



Di : Antonio Sciotto
lunedì 21 Luglio 2008 

http://bellaciao.org/it/spip.php?article20292







permalink | inviato da Nadia. il 22/7/2008 alle 13:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


11 luglio 2008

semplici parole .....illustrano la realta'..






    x silvio.




















permalink | inviato da Nadia. il 11/7/2008 alle 9:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


7 luglio 2008

arrivederci ....( tornero' ricaricata )

  •  


    Mi STO RICARICANDO le batterie , liberando dalle scorie invernali

    e per un po di tempo voglio pensare a godermi la famiglia gli amici

    e la vita....

    la MERDA ITALIANA MI SFIORA MA IN QUESTO MOMENTO NON MI SPORCA..

    CREDO CHE SIA FINALMENTE ARRIVATO IL TEMPO DEL " CHISSENEFREGA " ..

    DURERA' POCO , MA INTANTO MI GODO IL MOMENTO.

    GRAZIE A TUTTI VOI AMICI CARI..

    BUONA ESTATE ...

    FATE ALTRETTANTO.!

    con affetto Nadia.
  •  
  •  












  •  



  • permalink | inviato da Nadia. il 7/7/2008 alle 11:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


    7 maggio 2008

    GENOCIDI ...........( CHE NESSUNO RICORDA ) PERCHE' ECONOMICAMENTE NON INTERESSANTI !




                                  
    http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/hiroshima-foto/1.html
     



    mi sconvolge sapere che ci siano giorni di memoria per alcuni e per altri invece sia comodo

    lasciarli nel dimenticatoio.

    Ora riaffiora il ricordo di questo scempio umano....ma solo per aver trovato lo scoop di

    alcune foto .

    Come se prima queste vittime non fossero mai esistite...


    o fosse bene non ricordarle.!


    La politica l' informazione l' ignoranza e l' essere soggiogati solo da alcune notizie e fatti

    fanno si che questa massa di cadaveri non sia servita a nulla.


    viva  L' AMERICA...

    e tutti gli stati assassini che LA SERVONO ..

    compreso il NOSTRO.!

    (DOVE SVENTOLA LA BANDIERA AMERICANA SI NUOTA SEMPRE NEL SANGUE)



    ps.

    avrei mille cose da scrivere o da postare visto quello che sta succedendo in ogni angolo del

    mondo , ma arrivati ad un punto di NON RITORNO non ho piu' nemmeno voglia di

    sbattermi o di perdere il mio tempo...

    so' che chi mi e' amico sa' gia' come sta morendo  questo pianeta...

    e quali sono i miei pensieri

    DEGLI ALTRI ......

    ME NE FOTTO.!!!







    permalink | inviato da Nadia. il 7/5/2008 alle 9:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (23) | Versione per la stampa


    23 aprile 2008

    relax musicale ( una chicca )....



    Tiziana nel suo spazio musicale mi ha fatto venire nostalgia

    di questi meravigliosi tempi...musicali e non ...!

    sono andata alla ricerca di un po' di nostalgica 80 e mi sono ritrovata

    questa meravigliosa canzone di Meat Loaf con Cher, la divido con voi ,

    ( per chi apprezzera' ).

    buona serata ....la politica e le magagne del mondo stasera le metto da parte.











    permalink | inviato da Nadia. il 23/4/2008 alle 20:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


    23 aprile 2008

    SISTEMERA' TUTTO ... FIDATEVI !

                                    

    Silvio Berlusconi da sempre è contrario all’ingresso di Air France in Alitalia.
    Ora lo spazio è stato lasciao ad
    Air One la cui regia nell’operazione considero indispensabile. Tale operazione sarà sostenuta dall’aiuto di una cordata di banche, tra le quali potrebbe esservi Banca Intesa, il cui cda dovrebbe decidere domani, e di altri imprenditori, tra i quali vi potrebbero essere anche i miei figli“.

    Una cordata italiana è quello che ci vuole: “Ho fatto alcune telefonate e ci sono delle persone disponibili; domani ne farò delle altre e cercherò anche la Marcegaglia“. E poi Silvio Berlusconi aggiunge: “Anche io sarei disponibile ad un sacrificio, ma mi accuserebbero subito di avere un interesse. Potrei partecipare alla pari degli altri, ed anche i miei figli credo che non direbbero di no“.




    p.s
     
    CDM : PRESTITO DA 300 MILIONI

    DI CHI ?..




    permalink | inviato da Nadia. il 23/4/2008 alle 9:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


    22 aprile 2008

    continuano le performance vergognose a distanza di qualche anno..il CAVALLLLLLIERE e' sempre lo stesso .!


    LA SERIETA' POLITICA E PERSONALE CHE TANTO CI HA ACCLAMATO

    DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE.!

    ECCOVELA.!!!!!!






    QUEST' UOMO CONTINUA A PENSARE DI ESSERE IN UNA DELLE SUE

    TELEVISIONI DURANTE UNO SPETTACOLINO IN PRIMA SERATA

    SENZA NEMMENO ESSERE CONSAPEVOLE DELL' IMPORTANZA CHE

    LA SUA FACCIA DI (.....) HA NELLE DIPLOMAZIE  POLITICHE CON

    ALTRI PAESI .

    E' PIU' FORTE DI ME , MA SE PENSO CHE SARA' LUI CHE POTRA'

    PORTARCI ALLA SALVEZZA TANTO  ACCLAMATA  MI VIEN VOGLIA

    DI SUICIDARMI CON AL PETTO

    LA  FOTO DI ..
                               
     
                                     PRODI .!







    permalink | inviato da Nadia. il 22/4/2008 alle 10:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


    16 aprile 2008

    INGINOCCHIATEVI..DINANZI AL" MESSIA"








    ITALIANIIIIIIII !!!!

    PROSTRATEVI

    INGINOCCHIATEVI

    UMILIATEVI

    UBBIDITEMI

    ADORATEMI

    ONORATEMI

    TEMETEMI 

    SOTTOMETTETEVI

    E GRAZIE .....

    PER AVERMI ELETTO
     
    VOSTRA
      :

    SANTITA'.!!!




    Guardate che sta' a combina' con RETE4..

    http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/economia/ue-boccia-frequenze/ue-boccia-frequenze/ue-boccia-frequenze.html

    "La Corte di Giustizia europea ha suonato la sveglia per l'Italia sulla grave situazione d'illegalità in cui si trova il sistema televisivo nazionale. Non è più tempo di tergiversare o cercare diversivi di ogni tipo per non affrontare il nodo del problema. Adesso servono risposte rapide e concrete, sia dal Governo, sia dall'Autorità garante delle Comunicazioni". Lo dichiara Sergio Bellucci, responsabile Comunicazione e Innovazione tecnologica di Rifondazione Comunista aggiungendo che ora "aspettiamo di sapere cosa si intende fare per dare ciò che spetta all'emittente Europa 7 e per mettere ordine nel campo delle frequenze, prima che una multa colossale si abbatta sulle tasche dei cittadini". 
    400.000 euro  di multa al giorno .

    Se dobbiamo pagarla giornalmente da quanto sopra. 400mila x 365 x una ventina,viene poco più di 3.2 miliardi di euro mecojioni!

    PS
     
    Questo succedeva a GENNAIO 2008



    E ora...?????







    permalink | inviato da Nadia. il 16/4/2008 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa


    13 aprile 2008

    Notizie da Beslan

    Come alcuni di voi ricorderanno, tempo addietro decisi con Marco (C.O.C), la Valentina, la Cristina e la Kathrin di aderire alla campagna promossa dalla Coordination Solidarité Enfants Martyrs de Beslan  di cui si fece promotore per l'Italia Gabriele Adinolfi. Tutti insieme decidemmo di adottare per Natale almeno un bambino sui circa 30 che comprendeva la lista, e così Marco da Torino, io da Como e le altre da Rimini inviammo ognuno i nostri pacchi nella vana speranza che potessero essere recapitati, visto che i riscontri che ci venivano dati erano tutti negativi, ieri (oggi per chi legge) con somma gioia di tutti noi è arrivato il primo riscontro e ve ne voglio far partecipi.




    TRADUZIONE:

    Ciao cari Federico, Eleonora, Lorenzo, Caterina, Matteo e Luca!
    Sono rimasta molto sorpresa quando ho ricevuto la vostra lettera!
    Grazie tante!!

    Ricordiamo il bellissimo periodo che abbiamo trascorso in Italia!
    Amo tantissimo il vostro paese e sogno di tornare di nuovo!

    Siamo molto felici di avere nuovi amici!!!

    Vi siamo molto riconoscenti per il vostro interessamento,
    per la vostra gentilezza e la vostra premura.
    Spero che rimarremo in contatto!

    Sono molto felice che la gente  si ricordi di noi.
    E’ meraviglioso che ci siano molte persone come voi al mondo!
    Con affetto

    Alya

     




    permalink | inviato da Nadia. il 13/4/2008 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


    11 aprile 2008

    Servi del sistema

    Il piatto è servito, se c'era ancora qualcuno restio a credere, se c'era ancora qualcuno che credeva ancora che il terrorismo fosse di destra o di sinistra, se c'era ancora qualcuno che non credeva alla strategia degli opposti estremismi, Se c'era ancora qualcuno che non ha ancora capito che il vero terrorista è lo Stato, che le stragi e gli omicidi non avevano una matrice politica ma erano di Stato. Bene, se qualcuno (ma sono davvero in tanti) non ha mai voluto aprire gli occhi di fronte ai perversi meccanismi che si muovevano dietro alcuni accadimenti, ora può tirare un filo conduttore che, passando da Angelo Izzo, il mostro del circeo e attuale principale accusatore di Ciavardini nel processo per la strage di Bologna, per arrivare a Roberto Sandalo (tanto per citarne due, evitando accuratamente di non andare a rimesciare la merda) ci da l'esatta dimensione di cosa sono stati gli anni di piombo, del perchè ci sono stati, chi li ha generati, sostenuti e foraggiati, e guardandosi attorno capire a chi sono sono veramente stati utili. (Marco)



    SANDALO: DA PRIMA LINEA,

    A PENTITO

    AI CORTEI ANTI ISLAM

    (ovvero, servo del sistema, assassino, stragista, infame.
    Come lui molti altri, da destra a sinistra la lista è lunghissima)

    (AGI) - Milano, 10 apr. - Il nome di Roberto Sandalo irrompe clamoroso nell'inchiesta milanese sugli attentati alle moschee e ai centri culturali islamici dei mesi scorsi a Milano anche se il 50enne protagonista degli 'anni di piombo' tra le file del terrorismo di sinistra come militante di Prima Linea prima e come 'superpentito' poi, era gia' tornato all'onore delle cronache nel settembre 2007 perche' individuato ad una manifestazione anti islam. Non solo, qualche anno prima il suo nome venne accostato anche a quelle delle 'camicie verdi' vicine alla Lega Nord ma la cosa venne poi smentita e si parlo' di 'provocazioni' e della sua eventuale presenza come di 'infiltrato'. Sandalo fu' uno dei primi aderenti al gruppo di Prima Linea diventato famoso come 'Roby il pazzo' per la sua propensione alle attivita' violente




    permalink | inviato da Nadia. il 11/4/2008 alle 7:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa


    2 aprile 2008

    ( UN OMAGGIO ) 1979 -- 2008 quasi 30 anni fa.!






            Violenza, Odio , e Morte.
         
          AI TEMPI...     
         
          sembrava solo un film .!

       














    permalink | inviato da Nadia. il 2/4/2008 alle 22:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa


    29 marzo 2008

    SEMPRE CINA !


                                      


    http://www.troviamoibambini.it/index.php/i-feti-cinesi-sbarcano-nelle-profumerie-occidentali-bambini-scomparsi/








    permalink | inviato da Nadia. il 29/3/2008 alle 9:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


    20 marzo 2008

    Repressione dura contro i "rivoltosi" tibetani

    Le forze di sicurezza cinesi sono entrate in maniera massiccia nelle zone tibetane, le hanno chiuse all'accesso dei giornalisti e hanno cominciato la caccia a quanti hanno partecipato alle proteste dei giorni scorsi.



    di Francesco Sisci

    Il rullo compressore della repressione cinese si è messo in moto a pieno regime annunciando una guerra lunga e intensa contro i nemici separatisti e cominciando una fase di ripulisti nella regione autonoma del Tibet e nelle altre zone della Cina abitate dalla minoranza tibetana.

    In un comunicato stampa le autorità della regione del Tibet ieri hanno accusato il Dalai lama, leader spirituale del Tibet, e la sua “cricca” di “volere rovesciare la leadership del partito comunista in Tibet, abbattere il sistema socialista, negare il sistema delle regioni etniche autonome, e ripristinare il selvaggio e violento sistema feudale dei servitori della gleba”.

    Contro questo piano il segretario del partito in Tibet Zhang Qinli ha promesso di “combattere risolutamente le attività separatiste e i separatisti.” Per ilPc questa è una “lotta per la vita o per la morte”, termini drammatici che indicano una serie di misure radicali contro gli attivisti tibetani.

    Questo grido di battaglia non è rimasto vuoto.

    Il club dei corrispondenti stranieri di Pechino, FCCC, ha denunciato che ci sono stati 30 incidenti separati in cui giornalisti stranieri a Lhasa e in tre altre città sono stati bloccati nel loro lavoro. In alcuni casi i giornalisti erano pedinati in altri i filmati sono stati confiscati.

    Inoltre le forze di sicurezza cinesi impediscono agli stranieri, compresi i turisti di entrare nelle zone abitate da tibetani. Poliziotti hanno detto che alberghi e ristoranti in quelle zone sono tutti chiusi e non è sicuro viaggiarci.

    Negli ultimi giorni il governo ha anche chiesto a tutti gli stranieri di lasciare il Tibet e ha sospeso i permessi di viaggio nella regione.

    Nella cittadina di Lithang, nella zona tibetana della provincia del Sichuan truppe hanno circondato un monastero locale e hanno arrestato alcuni residenti.

    Campi militari sono stati visti nelle vicinanze di zone abitate da tibetani anche nelle province del Gansu e nel Qinghai.

    Al di là della conta dei morti passati, il governo tibetano in esilio dice che nella rivolta di Lhasa di venerdì scorso ci sono stati 99 morti, il governo sostiene che il numero sia stato invece di 13, ora sembra il vero momento in cui la macchina punitiva di Pechino marcia a pieno regime.

    Almeno decine di migliaia di agenti della “polizia armata”, specie di carabinieri cinesi con compiti di ordine pubblico, sono stati mobilitati. Lo scopo sembra essere quello di arrestare e interrogare tutti i sospetti di avere partecipato alle dimostrazioni dei giorni scorsi.

    La polizia ha monitorato numerose conversazioni telefoniche dal Tibet con l’estero e sta dando ora la caccia ai proprietari di quei telefoni. A Lhasa quel centinaio di manifestanti che secondo le autorità si sono consegnati, dovranno collaborare, fare nomi per ottenere lo sconto di pena promesso loro. Già ci sono notizie di decine di persone arrestate.

    Il processo che seguirà sarà metodico, sistematico e potrebbe durare per mesi. Una campagna analoga prese piede dopo il luglio del 1999 contro la setta dei Falun gong.

    Quella campagna per certi versi fu più complicata perché gli aderenti alla setta era diffusi in ogni settore della società, anche tra le forze di sicurezza e gli alti funzionari del partito. Oggi però, dopo decine di migliaia di arresti, l’influenza dei Falun Gong in Cina è stata eliminata.

    La campagna in atto è per certi versi più facile, perché è mirato su un gruppo limitato di persone, i circa 4 milioni di tibetani, ben riconoscibili e individuabili, mentre Falun Gong vantavano 100 milioni di aderenti confusi tra la gente normale.

    Per certi versi è più difficile e delicata perché la repressione che inizia rischia di inasprire i già delicati rapporti tra maggioranza han e minoranza tibetana della popolazione.

    Intanto a Dharamsala il Dalai Lama ha incontrato i capi del movimento tibetano in esilio e ha sollevato i suoi dubbi sulle loro recenti tattiche. Il Dalai per esempio è contrario alla marcia dei tibetani verso il confine cinese, è contrario al boicottaggio delle Olimpiadi di Pechino e chiede per il Tibet l’autonomia non l’indipendenza.

    Invece gruppi di attivisti tibetani, specie più giovani vogliono l’indipendenza, il boicottaggio delle olimpiadi e vogliono arrivare al confine cinese come gesto di sfida alla Cina.

    In questo braccio di ferro all’interno del movimento tibetano forse anche le fragili speranze di una riapertura di dialogo con la Cina.

    Ieri il premier britannico Gordon Brown ha parlato al telefono con Wen Jiabao e quest’ultimo ha ribadito di essere pronto a discussioni con il Dalai Lama purché egli rinunci all’indipendenza e alla violenza. Il Dalai si ègià impegnato in questo senso, ma Pechino chiede di vedere “con le azioni” quanto l’impegno sia autentico.

    Difficile però che un dialogo si possa aprire presto. A questo punto sembra più possibile invece che Pechino possa riaprire la porta al Dalai Lama solo dopo avere ripreso in mano la situazione in Tibet, secondo suoi standard e avere vagliato per qualche tempo ancora l’atteggiamento del leader tibetano.


    sfoglia     febbraio       
     
     




    blog letto 258493 volte
    Feed RSS di questo blog Reader
    Feed ATOM di questo blog Atom

    COSE VARIE

    Indice ultime cose
    Il mio profilo

    RUBRICHE

    Diario

    VAI A VEDERE

    TUTTI DOVREMMO SAPERE
    AMERICAN IDIOT
    IL GRANDE POETA DELLA MUSICA
    AFRICA
    IL VATICANO UNA MULTINAZIONALE
    DOSSIER TERRIFICANTE.
    GLI AMERICANI E LA PACE
    BAMBINI SOLDATO
    UNA VERGOGNA PER L' UMANITA'
    NUOVE SCHIAVITU'
    AL CARO BUSH
    INCHIESTE


    Lasciate che chi non ha voglia di combattere se ne vada. Dategli dei soldi perché acceleri la sua partenza, dato che non intendiamo morire in compagnia di quell’uomo. Chiunque sopravviva a questo giorno, mostrerà le sue cicatrici ai vicini, e racconterà storie gloriose di tutte le grandi imprese di questa battaglia. Insegnerà quelle storie a suo figlio e da oggi alla fine del mondo verremo ricordati. Noi pochi, noi pochi felici, noi banda di fratelli: perché chiunque ha versato il suo sangue insieme a me è mio fratello. E quegli uomini che hanno avuto paura si sentiranno inferiori quando sentiranno come abbiamo combattuto e come siamo morti insieme....... ”Da “Enrico V” ............W.Shakespeare .


     














    palestina libera

    non toccate i bambini

    con le vostre guerre...

    maledette..


    ( uomini siate e non pecore matte) 




     

      300 ( SOLO 300 )........

            
    << 300 >> 

    CONTRO UN MILIONE :

    un era di liberta' !


    -------------------------------



    QUESTO BLOG NON E'

    NE DI SINISTRA

    NE DI CENTRO

    NE DI DESTRA

    OGNUNO PUO' ESPRIMERE

    LIBERAMENTE CIO' CHE PER

    LUI E' GIUSTO .!................

    QUALSIASI IDEA OPINIONE

    O CRITICA E' BEN ACCETTA

    NEL LIMITE DEL RISPETTO

    ALTRUI...


    ------------------------------------------------------


    Dedicata a te Nonno mio caro..



    24 maggio 1915

    ----------------------------------------------------




    Gli dei ci invidiano

    perchè siamo mortali

    perchè ogni momento

    può essere l'ultimo per noi,

    ogni cosa è più bella

    per i condannati a morte.







    La differenza tra dittatura

    e democrazia è che...

    in democrazia prima
     
    si vota

    e poi si prendono ordini,

    in dittatura non dobbiamo

    sprecare il nostro tempo

    andando a votare."





    Il coraggioso

    muore una volta,

    il codardo

    cento volte al giorno.






    NON TENGO PIU BANDIERE
        DI NESSUN COLORE...
              SOLO IDEE....
                  LE MIE...




    BLOG CAFE'



    di me.

    bhe'...che dire ??
    caotica ....
    casinista...rompipalle....
    rumorosa....allegra.....
    gentile ( non sempre ).....
    simpatica ( quasi sempre )..
    ironica...generosa...
    polemica...
    testarda ..orgogliosa.....
    ma anche ,sensibile
    altruista...(non con tutti )
    diciamo un mix di
    quasi tutti i difetti
    e qualche qualita.......


    che pasticcio
    Nadiasummer...

    i miei interessi.

    Vedere conoscere
     e capire
    tutto quello che ancora
    non conosco
    non ho visto
    e non ho capito ..!!!!!!
    crescere nei
    migliori dei modi
    mio figlio ...
    occuparmi
    della mia famiglia....







    ammiro.....

    onore lealta' onesta'
    e fierezza
    ...

                   

    combattere sempre...

    arrendersi MAI..!!!










    CAPITANO MIO CAPITANO





    border=0>





    IO LA TV NON LA GUARDO....












    ODIO   ?  
     LE PECORE 
    IL LORO BELARE
    LA SOTTOMISSIONE
    IN OGNI SUA
    FORMA.....




    AMO    ? 
    IL CORAGGIO
     ANCHE FOLLE....





    MI PIACE    ? 
     IL CONFRONTO....





    MI MANCA..   ?
    .AUTOCONTROLLO............





    NON SOPPORTO. ?...
    L' ESIBIZIONE...............




    UNA MIA QUALITA'     ?.....
    L' IRONIA........




    NON POSSO VIVERE SENZA ?
     



    VORREI ?.....
    UN MONDO MIGLIORE
     PER MIO FIGLIO.....





    IL MIO PEGGIOR DIFETTO ?.











    DAI UNA MANO A QUESTO
    STUPENDO
    BIMBO AMMALATO.........
    link







    POSSA TU .".ESSERE"
     CHE  DISTRUGGI 
    L' INNOCENZA DI UN
    BIMBO ,MORIRE
    DELLA PEGGIOR MORTE !!....






    ricordiamo welbi cosi' " border=0>

    Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica (un qualsiasi coglione è in grado di capirlo da se, leggendone i contenuti) in quanto viene aggiornato quando il proprietario ha voglia e tempo. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001 L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso vale per i siti che forniscono dei link a questo sito o a parti di esso: il fatto che un blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Qualora i testi o le immagini postate non siano di proprietà dell'autrice, la paternità degli stessi e/o la fonte di provenienza è sempre riportata (o viene indicato se è ignota); se il titolare dei diritti di testi o immagini qui riprodotte ne desiderasse la rimozione, può contattarmi all'indirizzo nadiasummer@libero.it e la sua richiesta sarà accolta immediatamente. Il proprietario del blog dichiara di non esserere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori,lesivi dell'immagineo dell'onorabilità di persone terze,non sono da attribuirsi all'autore,nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo Blog è dichiaratamente contro quei Paesi che violano la Carta dei Diritti Internazionali e che se ne infischiano delle risoluzioni ONU, oltre ad essere contro tutti quei Paesi che approfittando della loro superiorità tecnologica, militare e finanziaria tendono a prevaricare e a coercizzare Popoli meno fortunati, deprendandoli e spogliandoli oltre che della dignità di ogni loro ricchezza.

    CERCA