Blog: http://nadiasummer.ilcannocchiale.it

Servi del sistema

Il piatto è servito, se c'era ancora qualcuno restio a credere, se c'era ancora qualcuno che credeva ancora che il terrorismo fosse di destra o di sinistra, se c'era ancora qualcuno che non credeva alla strategia degli opposti estremismi, Se c'era ancora qualcuno che non ha ancora capito che il vero terrorista è lo Stato, che le stragi e gli omicidi non avevano una matrice politica ma erano di Stato. Bene, se qualcuno (ma sono davvero in tanti) non ha mai voluto aprire gli occhi di fronte ai perversi meccanismi che si muovevano dietro alcuni accadimenti, ora può tirare un filo conduttore che, passando da Angelo Izzo, il mostro del circeo e attuale principale accusatore di Ciavardini nel processo per la strage di Bologna, per arrivare a Roberto Sandalo (tanto per citarne due, evitando accuratamente di non andare a rimesciare la merda) ci da l'esatta dimensione di cosa sono stati gli anni di piombo, del perchè ci sono stati, chi li ha generati, sostenuti e foraggiati, e guardandosi attorno capire a chi sono sono veramente stati utili. (Marco)



SANDALO: DA PRIMA LINEA,

A PENTITO

AI CORTEI ANTI ISLAM

(ovvero, servo del sistema, assassino, stragista, infame.
Come lui molti altri, da destra a sinistra la lista è lunghissima)

(AGI) - Milano, 10 apr. - Il nome di Roberto Sandalo irrompe clamoroso nell'inchiesta milanese sugli attentati alle moschee e ai centri culturali islamici dei mesi scorsi a Milano anche se il 50enne protagonista degli 'anni di piombo' tra le file del terrorismo di sinistra come militante di Prima Linea prima e come 'superpentito' poi, era gia' tornato all'onore delle cronache nel settembre 2007 perche' individuato ad una manifestazione anti islam. Non solo, qualche anno prima il suo nome venne accostato anche a quelle delle 'camicie verdi' vicine alla Lega Nord ma la cosa venne poi smentita e si parlo' di 'provocazioni' e della sua eventuale presenza come di 'infiltrato'. Sandalo fu' uno dei primi aderenti al gruppo di Prima Linea diventato famoso come 'Roby il pazzo' per la sua propensione alle attivita' violente

Pubblicato il 11/4/2008 alle 7.53 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web