Blog: http://nadiasummer.ilcannocchiale.it

SE PER CASO STASERA AVEVATE VOGLIA DI SORRIDERE.!

 

FOCUS.IT
Chernobyl: Sasha
    1  -  2  -  3  -  4  -  5  -  6  -  7  -  8  -  9  -  10  -  11  -  12  -  13  -  14  -  15  -  16  -  17  -  18    >
Chernobyl: Sasha
Scarica
Album di cartoline dalle "terre sporche", le più sporche che ci siano sulla faccia della Terra, in rigoroso ordine alfabetico per non fare torto a nessuno. Piccole perle nere raccomandate dall'associazione ambientalista americana Blacksmith Institute, che periodicamente pubblica la classifica dei luoghi più inquinati della Terra e uno studio sulle cause del disastro, sugli interventi necessari e sui risultati di eventuali operazioni di bonifica ambientale in atto. (A cura di Raymond Zreick, 15 ottobre 2008)

Caso vuole che sia "chernobyl" ad aprire la serie, scritto apposta in minuscolo perché non è più il nome di una città (fantasma) da qualche parte dell'Ucraina o dell'ex Unione Sovietica, ma una parola che sta per "catastrofe nucleare" e "informazione manipolata" (da tutti, per nascondere la verità) e, ancora, "sospetto" che per molti e molti mesi dopo il 26 aprile 1986 tutti avevano davanti alle confezioni di latte e di uova sugli scaffali dei supermercati. Questo per l'Europa e per il mondo. Per l'Italia vuol dire anche "fine del programma nucleare" a partire dal 1987, anno del referendum popolare che ha portato alla chiusura di tutte le centrali nucleari nel nostro Paese. 

Sasha è il nome di questo bambino, uno degli ospiti dell'orfanotrofio Vesnova. Più di cinque milioni di bambini vivono ancora nelle zone contaminate dall'invisibile veleno nucleare di Chernobyl, tra Bielorussia, Russia e Ucraina. Molti di loro stanno pagando un prezzo altissimo sulla propria pelle, e molti sono costretti a farlo in totale solitudine.

Fonte: Blacksmith Institute.
Foto: © Julien Behal/Chernobyl Children's Project.

Per saperne di più leggi lo Speciale di Focus.it "I 10 luoghi più inquinati della Terra".

Pubblicato il 10/11/2008 alle 20.51 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web